Ti trovi qi
Home > Carc Finale > LA RIPRESA: IL PRESIDENTE RACCONTA COME IL CARC È PRONTO A RIPARTIRE

LA RIPRESA: IL PRESIDENTE RACCONTA COME IL CARC È PRONTO A RIPARTIRE

Modalità giono/notte

Il CARC è grato a tutte quelle persone che nel periodo più buio della sua storia, causa la pandemia che ha azzerato tutto, attività ed incassi compresi, ci è stata vicina affinché si potesse andare avanti ed attendere serenamente tempi migliori. Il CARC ha affrontato una scissione, ha subito un terremoto, ha dovuto sostenere vari traslochi di sede ma non avrebbe mai pensato di fare i conti con un virus. 

Naturalmente valutiamo quello che succede in casa nostra, sappiamo che ci sono problemi ben più grandi che attanagliano l’umanità. Pertanto con l’uscita dal lockdown ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo cominciato a pensare come affrontare i problemi che sono emersi con la pandemia.

Prima di tutto abbiamo restituito in denaro e non in voucher quanto dovuto alle persone che si erano prenotate per i vari eventi che erano in programma per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno. Qui il CARC ha avuto una prima piacevole sorpresa; moltissime persone hanno fatto una donazione che è servita a rimpinguare le casse che si stavano prosciugando.

Una seconda sorpresa positiva è stata la riduzione dell’affitto della sede del CARC da parte della proprietà dell’immobile.

Terza sorpresa: il 5 per mille che ci permette, anche se la cifra non è grande, di pensare positivo.

Questi tre fatti ci consentono di guardare con un minimo di serenità al futuro, grazie anche alla volontà che non manca mai.

In questo momento si sta cercando di capire come procedere nella programmazione delle attività che inizieranno a settembre. Ci sono difficoltà, perché non possiamo esimerci dal rispettare le regole che sono state emanate dai nostri governanti, ma i progetti ci sono già e crediamo di poter andare incontro alle aspettative che tante persone stanno attendendo.

Vogliamo coinvolgere i nostri “affezionati” con due serate culturali: una di Letteratura e l’altra di Arte e Storia che saranno tenute dai docenti Luca Gherardi, Giulio Borgatti, Giuliana Ghidoni e Elena Malaguti. Abbiamo intenzione di programmare alcuni corsi in sede nei mesi di ottobre, novembre dicembre: Inglese, Spagnolo, Pittura; inoltre corsi online di Architettura e Letteratura. Non ultime le visite alle mostre di George de la Tour a Milano, Monet e gli impressionisti a Bologna ,Marc Chagall a Rovigo e, dulcis in fondo, un gustoso pranzo per i soci da tenere nella bellissima sala multiuso.

Non ho dimenticato ma volutamente tenuto per ultimo la SEZIONE NATURA che ha programmato due uscite:
1° – una
passeggiata sull’argine del Panaro, dal Condotto all’Acquedotto, con gli esperti del settore per farci comprendere meglio quanto sia importante la natura nelle sue preziose sfaccettature.
2° – una
visita alle Meleghine per capire ancora di più come l’uomo sia importante per la salvaguardia dell’ambiente.
Sembrano programmi ambiziosi ma con la buona volontà di tutti, rispettando i vari protocolli del caso, ce la possiamo fare. Questo per iniziare.

Successivamente se le cose miglioreranno si potrà pensare ad un programma più corposo, da gennaio in poi.

Carissimi, il CARC c’è e prova a ripartire; ora ci aspettiamo la vostra partecipazione. Pertanto vi chiediamo di stare in contatto con noi attraverso il sito www.carcfinale.it e le varie chat che abbiamo instaurato già da tempo.

LA RIPRESA è alle porte; cerchiamo di prendere al volo queste opportunità.
Ancora una volta rimaniamo sereni e fiduciosi attraverso momenti felici passati insieme.

Cesarino Caselli
Presidente

 

Lascia un tuo commento

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: